Alice Baccolo

    Allieva di Margit Spirk, Alice Baccolo si è diplomata brillantemente presso il Conservatorio “Bonporti” di Trento nella classe della Prof.ssa Myriam Dal Don. Negli anni successivi  ha seguito corsi di perfezionamento con  Daniele Gay, Raffaello Negri, Julien Zufferey, Enzo Porta, Sergej Krylov e per la musica da camera con Mauro Minguzzi e Luca Simoncini (nella formazione di quartetto d’archi).

    Musicista eclettica, è da sempre interessata all’interazione tra i diversi linguaggi dell’arte. Ha lavorato nell’ambito della musica popolare e d’autore (Corimè, scraps Orchestra etc…), ha realizzato spettacoli basati sulla relazione fra musica e arti visive con il contributo dello storico d’arte Paolo Bolpagni e con l’artista Gino Pellegrini. Collabora regolarmente con l’attrice Francesca Franzè spostando l’interesse e la ricerca del connubio fra musica e teatro anche all’ interno della didattica violinistica per bambini.

    Nel campo della musica contemporanea fonda insieme ad altri musicisti il gruppo minimalista Time Gate. Molto importante è stata la collaborazione con  l’artista Paolo Cavinato e con il compositore Tom Johnson che ha dedicato al gruppo “844 Chords”, eseguita dall’ensemble in prima assoluta italiana al festival Eterotopie di Mantova.

    Oltre a formare un duo con la sorella pianista Cecilia Baccolo collabora regolarmente con diverse realtà orchestrali e cameristiche esibendosi in Italia e all’estero.

    Il compositore Azio Corghi le ha dedicato il brano per violino solo Tang ‘Jok.

    Si dedica da diversi anni all’approfondimento della didattica per bambini, tenendo corsi in Italia e all’ estero. Attualmente è docente di propedeutica strumentale presso il Conservatorio “L.Marenzio” di Brescia